La Città Dadisé. La Roma dei segni differenti


Roma, 1 – 6 settembre 2015, ore 1723
Casale Michele Testa, V.le Filippo de Pisis 1
Parco di Tor Sapienza, Via di Tor Sapienza 108
a cura di 
Associazione di Volontariato “The Way to the Indies – Argillateatri”
in collaborazione con
Municipio Roma V – Centro Sociale Anziani “Michele Testa” 

Cover

Il festival “La Città Dadisé. La Roma dei segni differenti” è realizzato con il sostegno di Roma Capitale ed è inserito nella programmazione dell’ESTATE ROMANA 2015.

Da martedì 1 settembre a domenica 6 settembre 2015 (ore 17 – 23), il quartiere romano di Tor Sapienza “daràdisé” vivendo la festa dei segni differenti, tra musiche, parole e movimenti da tutte le latitudini. Ci si sposterà infatti da Napoli all’India passando per il Portogallo; dalla letteratura, all’arte, al teatro; dai gustosi rinfreschi alle danze notturne. E non solo…

L’IDEA – “La Città Dadisé” è una manifestazione di spettacolo dal vivo gratuita a carattere interdisciplinare, che fa parte di un progetto culturale unitario in quanto rispetta quello che è da sempre l’obiettivo dell’Associazione di Volontariato “The Way to the Indies – Argillateatri”: offrire, attraverso la cultura, nuove possibilità aggregative territoriali.

Segni caratterizzanti del progetto sono dunque la “diversità” intesa come diversità culturale, di espressione, di genere e di linguaggi, ma anche diversità di aggregazioni che all’interno del progetto possono scambiarsi, integrarsi, contaminarsi e la ricerca dell’espressività contemporanea anche nella proposizione delle tradizioni.

Le proposte sono all’insegna dei valori popolari e della originalità: spettacoli di teatro, danza, musica, abilità diverse e culture, provocazioni e tradizioni, libri e poesia, espressioni digitali, visite guidate e laboratori aperti per tutte le fasce di età, rappresentano progetti fortemente legati alle vicende e allo sviluppo urbano del quartiere. In sostanza: origini e futuro, memoria e crescita.

Programma

Programma

I PROTAGONISTI – Brunella Petrini, Maura Gancitano, Carlo Gori, Ivan V. Cozzi, Leonardo Rinaldi, Barbara Martusciello, Isabella Ferretti, Lorenzo Flabbi, Kalipada Adhikary, Kazi Md Zakaria, Hasan Rakibul, Ashai Lombardo Arop, Edoardo Sartorio Cannas, Isabella Moroni, Loredana Lipperini, Simona Baldelli, Isabella Mangani, Stefano Donegà, Felice Zaccheo, Alessandro Pandolfi, Lucia Troisi, Stefania De Matola, Laura Pacelli, Elena Sbaraglia, Antonio ‘O lione Matrone, Giovanni Giuanniell Saviello, Luigi ‘O Jamm’d’a sciuscianda Staiano, Pietro ‘O concertatore Pisano, Nando ‘A vierola Citarella, Raffaella Coppola, Nathalie Leclerc Caiotole, Cecilia Barella, Giampaolo Canzonieri, Andrea Monda, Saverio Simonelli, Norbert Spina, Stefano Gobbi, Antonino Anzaldi, Elisabetta Bagli, Ulisse Benedetti, Maria Borgese, Stefania Di Lino, Donatella Giancaspero, Annamaria Giannini, Claud dio Marrucci, Fausto Morciano, Antonio Veneziani, Paolo Di Paolo, Giorgio Biferali, Cristina Petit, Giulietta Stirati, Lorenzo Gasparrini, Giordana Morandini, Roberto Fiorentini, Antonio Perri, Antonio Bruscoli, Gabriele Santoro, Martina Di Lorenzo, Lorenzo Barone, Madya Diebate, El Hadji M’Baye, Massimo Carrano, Compagnia D Danze Meticce.
[ Per i dettagli e il calendario vedere il Programma ]

IL LUOGO – Gli incontri pomeridiani si svolgeranno presso il Casale Michele Testa (V.le Filippo de Pisis, 1), mentre gli spettacoli serali avranno luogo presso il Parco di Tor Sapienza poco distante (Via di Tor Sapienza, 1088).

La scelta del quartiere di Tor Sa apienza (Municipio Roma V) dove, in realtà, il conflitto sociale è sempre presente (anche quando resta lontano dall’occhio dei media), vuole essere l’affermazione che di una periferia “a rischio” è anche possibile cambiare la narrazione: proponendo una cultura buona e fruibile, lasciando libera l’espressione delle diverse culture. Tale scelta, permette di offrire una possibilità di incontro in un luogo quotidiano, riconoscibile, “non istituzionale” e quindi più facilmente avvicinabile, ascoltabiile, fruibile da tutta la cittadinanza, una sorta a di Centro Culturale all’aperto dove per sei giorni sarà possibile creare, attraverso le proposte culturali, un intreccio di relazioni solidali fra gli abitanti e e i partecipanti alla rassegna.

Durante tutto il festival non mancheranno cibi e bevande grazie all’Osteria Dadisé.
L’ingresso è gratuito per entrambe le sedi degli eventi.
[ Per alcuni eventi è però necessario prenotarsi ]

Vi aspettiamo!

“La Città Dadisé. La Roma dei segni differenti”
1 – 6 settembre 2015,
tutti i giorni ore 17 – 23
Casal le Michele Testa, V.le Filippo de Pisis 1
Parco di Tor Sapienza, Via di Tor Sapienza 108
[ ingresso libero ]

sponsor

Associazione di Volontariato THE WAY TO THE INDIES – Argillateatri
comunicazione.argillateatri@gmail.com
www.argillateatri.org
facebook.com/pages/Argillateatri
@argillateatri #lacittàdadisé

Lascia un Commento